VALERIO BERRUTI
1/2

Valerio Berruti è nato ad Alba in Piemonte nel 1977, laureato in critica d’arte al D.A.M.S. di Torino, vive e lavora a Verduno (CN) in una chiesa sconsacrata del XVII secolo che ha acquistato e restaurato nel 1995.

Nel 2004 vince il Premio Celeste e il Premio Pagine Bianche d'Autore della Regione Piemonte, nel 2005 viene selezionato dall'International Studio and Curatorial Program di New York.

Nel 2006 realizza l'installazione Se ci fosse la luna per Palazzo Bricherasio a Torino che presenta l'anno successivo sulla facciata di Palazzo Re Enzo a Bologna.

Nel 2007 partecipa alla mostra collettiva Uniforms and costumes presso l'Herzliya Museum of Contemporary Art in Israele e al 48' October Salon di Belgrado, è selezionato per una delle residenze più importanti d’Europa, la Dena Foundation for Contemporary Art a Parigi, e ha inaugurato la mostra Micro-narratives - 48th October Salon, presso il Museo di Arte Contemporanea di Belgrado, curata da Lorand Heigij. Tra gli eventi internazionali del 2008 ricordiamo la mostra personale Magnificat alla Keumsan Gallery di Seoul, la collettiva Detour, presso il Centre Pompidou di Parigi. Nel 2009 espone la sua installazione E più non dimandare, alla Galleria Civica di Modena, nello stesso anno è il più giovane artista del Padiglione Italia della 53.Biennale di Venezia con la video-animazione: La figlia di Isacco, colonna sonora di Paolo Conte.

Nel 2010 ha esposto Una Sola Moltitudine alla Fondazione Stelline di Milano e nel 2011 la sua personale Kizuna (con un video con le musiche appositamente realizzate dal maestro Ryuichi Sakamoto) era al Pola Museum di Tokyo.

Nel settembre 2011 a Belgrado espone al City Museum, e l’installazione La rivoluzione terrestre, curata da Andrea Viliani, con musiche di Alessandro Mannarino, nella Chiesa di San Domenico ad Alba.

Nel 2012 ha esposto la personale Udaka alla Nirox Foundation a Johannesburg, nel 2013 ha esposto allo Spazio NonostanteMarras di Milano, l’installazione Il momento in cui i nostri occhi si incontrano, a cura di Francesca Alfano Miglietti e, nelle Langhe la personale Dove il cielo s’attacca alla collina con testo di Angela Vettese. A ottobre 2013 la mostra Almost Blue a cura di 29 Arts in Progress è allo spazio Helutrans di Singapore.

Nel 2014 realizza la copertina dell’ultimo libro di Andrea Bajani La vita non è in ordine alfabetico edito da Einaudi, presenta a Pietrasanta la mostra Così sia; partecipa alla Biennale Italia-Cina a Pechino, alle rassegne The Intuitionistal al Drawing Center di New York , Resilienze 2.0 a Palazzo Saluzzo a Torino, al XX Premio Cairo con la video animazione Fermati, O Sole! con la colonna sonora del compositore Fabrizio Somma (conosciuto come K-Conjog).

Nel 2015 la sua opera Udaka è esposta nella mostra Holy Mystery, organizzata alla Chiesa del Santo Volto di Torino, in occasione dell’ostensione della Sacra Sindone. Berruti è stato protagonista su Sky Arte dello speciale “Tra cielo e terra” della serie “Ritratti” a cura di Francesca Priori.

Nel 2016 le 5 sculture monumentali Just Kids sono state esposte in Piazza Duomo a Verona in prossimità della meravigliosa Cattedrale romanica di Santa Maria Matricolare mentre la sua mostra Paradise Lost. L’ombra, l’innocenza e il sole nero a cura di Marco Enrico Giacomelli è stata ospitata nelle gallerie MARCOROSSIartecontemporanea di Milano e di Verona. Alla fine dell’anno è uscito in libreria, per Gallucci Editore, il suo libro Come il vento tra i salici: un flipbook formato da 71 tavole che animano l’ormai introvabile traduzione di Beppe Fenoglio di “The Wind in the Willows” di Kenneth Graham.

A partire dal 15 ottobre 2017 la galleria Al Blu di Prussia di Napoli ha ospitato la sua personale Out of your own a cura di Maria Savarese. Il 15 novembre è stata presentato al MUSEO Madre di Napoli la videoanimazione Out of your own con la colonna sonora di Joan As Police Woman.

Nel febbraio 2018 la sua opera monumentale dal titolo Just Kids è stata scelta per il progetto Polis/ Artworks, a cura di Angela Vettese con il coordinamento di Nicolas Ballario, che ha diffuso opere d’arte nel centro di Bologna in occasione di Artefiera. Le cinque grandi sculture in alluminio sono state esposte nel cortile di Palazzo D’Accursio in Piazza Maggiore. A inizio marzo l’artista ha portato la sua ultima produzione dal titolo Endless Love all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles in occasione della Giornata Italiana del Design e ha ritirato il premio “IIC Creativity Award”, riconoscimento all’eccellenza italiana nel mondo.

Nei mesi di ottobre e di novembre ha presentato, in occasione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, La storia di Nina a cura di Arturo Galansino nella Chiesa di San Domenico di Alba. La personale ha raccontato il backstage del progetto cinematografico La giostra di Nina - prodotto da Sky Arte e con la colonna sonora appositamente scritta da Ludovico Einaudi - composto da circa 3000 disegni messi in sequenza dall’artista. In mostra era presente la grande giostra del diametro di 7 metri, un’opera partecipativa su cui i visitatori sono invitati a salire, ed è terminata con una speciale performance di Ludovico Einaudi. Nelle 8 settimane di apertura La storia di Nina ha ospitato oltre 50 mila visitatori.

Nell’autunno del 2018, inoltre, esce il libreria I segreti delle nuvole il nuovo romanzo di Matteo Cellini (Bollati Boringhieri) con in copertina un’opera inedita di Valerio Berruti.

Il 2019 comincia con l’uscita dell’album di inediti Prezioso del compianto amico Gianmaria Testa (con cui aveva già collaborato per il libro Il sentiero e altre filastrocche edito da Gallucci nel 2015). In copertina un’opera originale di Berruti raffigurante una bambina che guarda indietro, come se guardasse Gianmaria in lontananza, ma i suoi passi sono rivolti al futuro. Perché anche nella malinconia dell’assenza dobbiamo andare avanti, nutrirci del passato per abbracciare il futuro.

Ad aprile inaugura il grande complesso monumentale Frammenti a Monticello d’Alba (CN). L’opera è stata realizzata grazie al Bando Distruzione, promosso dalla Fondazione CRC, per ricoprire il muro di contenimento sottostante al Castello di Monticello d’Alba con circa 100 bassorilievi in cemento armato e smalto alti 2 metri.

A giugno è stato acceso per la prima volta il grande bassorilevo luminoso, alto sei metri e composto da un assemblaggio di policarbonato e forex, L’abbraccio sulla facciata esterna della Residenza per anziani A.B. Ottolenghi di Alba.

Il 5 ottobre alla Menagerie de Verre durante la Nuite Blanche di Parigi è stato presentato in anteprima assoluta lo spettacolo di teatro-danza Medea’s Visions del collettivo italo-francese Kulturscio’k . I performer, diretti da Alessia Siniscalchi, hanno portato in scena una interpretazione contemporanea del mito di Medea in dialogo con le opere di Valerio Berruti. Dopo l’anteprima parigina lo spettacolo è in Italia al Teatro Bellini di Napoli il 14 e 15 gennaio 2020 per la prima nazionale.

Ad ottobre 2019 è stato presentato in anteprima assoluta il cortometraggio La giostra di Nina al MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo in occasione della Festa del Cinema di Roma. L’omonima installazione monumentale è stata posta nell’atrio del museo e, dato il grande successo riscosso, la mostra comprendente la grande giostra e il cortometraggio è stata prorogata fino al 12 gennaio 2020. A dicembre del 2019 è uscito in libreria l’omonimo pop-up book, edito da Gallucci, La giostra di Nina con i testi di Chiara Zocchi e il paper engineering di Dario Cestaro.

A marzo 2020 l’artista lancia un’iniziativa a sostegno dell’emergenza Coronavirus promettendo di realizzare un disegno (36x21cm, pastelli a olio e smalto su cartoncino) a chiunque facesse una donazione di almeno 300 euro a favore della Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus. In meno di una settimana con donazioni provenienti non solo dall’Italia, ma anche da Spagna, Germania, Regno Unito, Svizzera, Stati Uniti e Australia sono stati raccolti oltre 250 mila euro utilizzati per fronteggiare l’emergenza sanitaria. I 768 disegni del progetto L’abbraccio più forte sono stati pubblicati in un flipbook, in libreria per Gallucci editore, con la prefazione poetica di Piero Negri Scaglione. A luglio Berruti è stato nominato dal sindaco Carlo Bo “ambasciatore di Alba nella rete creativa Unesco” per valorizzare il rapporto tra Alba - Creative City of Gastronomy Unesco e il circuito internazionale di Città Creative.

Valerio Berruti was born in Alba, Italy, in 1977. He now lives and works in Verduno, in a deconsecrated 17th century church he restored himself.

 

In 2005 he was selected for the International Studio and Curatorial Program in New York. Selected shows: in 2007 he participated in the group show Uniforms and Costumes at Herzliya Museum of Contemporary Art in Israel and the 48th October Salon in Belgrade, and was selected for one of Europe’s most prestigious residencies, the Dena Foundation for Contemporary Art in Paris.

 

He also inaugurated the exhibition Micro-narratives - 48th October Salon at Belgrade Contemporary Art Museum. International events in 2008 include the solo show Magnific at the Keumsan Gallery in Seoul and the group show Detour at Centre Pompidou in Paris.

 

In 2009 his installation E più non dimandare at Galleria Civica in Modena, and in the same year he was the youngest artist to exhibit at the Italian Pavilion in the 53rd Biennale di Venezia, showing his animated video La figlia di Isacco featuring a soundtrack by Paolo Conte.

 

In 2010 he exhibited Una Sola Moltitudine at Fondazione Stelline in Milan, and in 2011 his solo show Kizuna (featuring a video with music written for the occasion by Ryuichi Sakamoto) was at Pola Museum in Tokyo. In the same year he exhibited at the City Museum in Belgrade, and his installation La rivoluzione terrestre curated by Andrea Viliani, with music by Alessandro Mannarino, was exhibited in the Church of San Domenico in Alba. In 2012 he held a solo show called Udaka at the Nirox Foundation in Johannesburg. In 2013 the exhibition Almost Blue was shown at the Helutrans in Singapore.

 

In 2014 he produced the cover of Andrea Bajani’s last book, La vita non è in ordine alfabetico, published by Einaudi, and participated at the Biennale Italia-Cina of Contemporary Art in Beijing, and the group shows: The Intuitionistal, the Drawing Center in New York; Resilienze 2.0, Palazzo Saluzzo in Turin; the 15th Premio Cairo with the video-animation Fermati, O Sole!.

 

In 2015 his work Udaka was exhibited in the Holy Mystery exhibition organized in the Santo Volto Church in Turin during the exhibition of the Holy Shroud. In 2016 Berruti installed the monumental work Just Kids in Piazza Duomo in Verona and on the same occasion his solo show Paradise Lost. The Shadow, the Innocence and the Black Sun, was hosted in the galleries MARCOROSSI artecontemporanea in Milan and Verona. In 2017, Al Blu di Prussia gally in Naples hosted his solo show Out of Your Own and his video animation Out of Your Own, with the soundtrack of Joan As Police Woman, was presented at the Museo MADRE in Naples.

 

In 2018, the artist took his work, Endless Love, to the Italian Cultural Institute in Los Angeles to mark the Italian Design Day and he received the "IIC Creativity Award", a ricognition of Italian excelellence in the world. At the end of the year Berruti presented his latest project La storia di Nina, in the wonderful medieval church of San Domenico in Alba, Italy.

On the occasion of the Roma Film Festival, at the end of October 2019, the sculpture La giostra di Nina, will be exhibited at MAXXI and in the video gallery of the museum it will be possible to preview the film.

Video animazioni / Video-animations

1/1
Mostre personali recenti / Recent Solo Shows

07/10/2020

Nuova mostra personale di Valerio Berruti a Milano, a cura di Nicolas Ballario / Valerio Berruti's new solo show in Milan, curated by Nicolas Ballario

Milano, Corso Venezia 29

until 24/12/2020

21/09/2016

Nuova mostra personale di Valerio Berruti a Milano, a cura di Marco Enrico Giacomelli / Valerio Berruti's new solo show in Milan, curated by Marco Enrico Giacomelli

Milano, Corso Venezia 29

until 05/11/2016

VALERIO BERRUTI

ALMOST QUEEN

14/09/2011

Mostra personale di Valerio Berruti a Milano, a cura di Andrea Bruciati / Valerio Berruti's solo show in Milan, curated by Andrea Bruciati

Milano, Corso Venezia 29

until 29/10/2011

VALERIO BERRUTI

SACRE RAPPRESENTAZIONI

14/05/2002

Prima mostra personale di Valerio Berruti a Milano, a cura di Alessandro Riva / Valerio Berruti's first solo show in Milan, curated by Alessandro Riva

Milano, Corso Venezia 29

until 30/06/2002

Please reload

Copyright © 2018 MARCOROSSI artecontemporanea

general info +39 02 89408401

Find us on

  • whatsapp
  • instagram
  • facebook