VALERIO BERRUTI
1/2

Valerio Berruti è nato ad Alba, in Piemonte, nel 1977. Laureato in critica d’arte al D.A.M.S. di Torino, vive e lavora tra Alba e Verduno.

Nel 2004 vince il Premio Celeste e il Premio Pagine Bianche d'Autore della Regione Piemonte, nel 2005 viene selezionato dall'International Studio and Curatorial Program di New York. Nel 2006 realizza l'installazione Se ci fosse la luna per Palazzo Bricherasio a Torino che presenterà l'anno successivo sulla facciata di Palazzo Re Enzo a Bologna.

 

Nel 2007 partecipa alla mostra collettiva Uniforms and Costumes presso l'Herzliya Museum of Contemporary Art in Israele. Nello stesso anno partecipa alla mostra Micro-narratives - 48th October Salon, curata da Lóránd Hegyi, presso il Museo di Arte Contemporanea di Belgrado e, durante il 48th October Salon, è selezionato a partecipare a una delle residenze più importanti d’Europa, la Dena Foundation for Contemporary Art a Parigi.

Tra gli eventi internazionali del 2008 la mostra personale Magnificat, curata da Hye Young Kim, presso la Keumsan Gallery di Seoul e la collettiva Detour, presso il Centre Pompidou di Parigi. Nel 2009 espone l'installazione E più non dimandare, alla Galleria Civica di Modena e, nello stesso anno, è il più giovane artista del Padiglione Italia della 53a Biennale di Venezia con la videoanimazione La figlia di Isacco, colonna sonora di Paolo Conte. Nello stesso anno le opere del ciclo I Can Fly illustrano la copertina di Angoli nel cielo, l'ultimo album in studio di Lucio Dalla.

Nel 2010 espone Una Sola Moltitudine alla Fondazione Stelline di Milano e nel 2011 la sua personale Kizuna (videoanimazione con musiche appositamente realizzate dal maestro Ryūichi Sakamoto) è presentata al Pola Museum di Tokyo. Nello stesso anno seguono le mostre personali: There is too Much Light Not to Believe in Light, al City Museum di Belgrado; Maddalena, al Salon Blanco, Havana, Cuba; e realizza l'installazione La rivoluzione terrestre, curata da Andrea Viliani, con musiche di Alessandro Mannarino, nella Chiesa di San Domenico ad Alba. Nel 2012 espone la personale Udaka alla Nirox Foundation di Johannesburg. Nel 2013 presenta allo Spazio NonostanteMarras di Milano l'installazione Il momento in cui i nostri occhi si incontrano, a cura di Francesca Alfano Miglietti, e nelle Langhe la personale Dove il cielo s’attacca alla collina, con testo di Angela Vettese. Chiude l'anno con la personale Almost Blue, allo spazio Helutrans Art Space di Singapore. Nel 2014 realizza la copertina del libro di Andrea Bajani La vita non è in ordine alfabetico edito da Einaudi, presenta la mostra personale Così sia, a Pietrasanta, e partecipa alla Biennale Italia-Cina a Pechino, e alle rassegne The Intuitionistal al Drawing Center di New York, Resilienze 2.0, a Palazzo Saluzzo a Torino, al XX° Premio Cairo al Palazzo della Permanente di Milano, con la video-animazione Fermati, O Sole!, colonna sonora del compositore Fabrizio Somma (conosciuto come K-Conjog).

Nel 2015 la sua opera Udaka è esposta nella mostra Holy Mystery, organizzata alla Chiesa del Santo Volto di Torino, in occasione dell’ostensione della Sacra Sindone. Nello stesso Berruti è protagonista su Sky Arte dello speciale Tra cielo e terra della serie "Ritratti", a cura di Francesca Priori, ed illustra il libro Il sentiero e altre filastrocche scritto dal cantautore Gianmaria Testa ed edito da Gallucci Editore.

Nel 2016 le cinque sculture monumentali Just Kids sono esposte in Piazza Duomo a Verona in prossimità della Cattedrale romanica di Santa Maria Matricolare, mentre la sua mostra Paradise Lost. L'ombra, l'innocenza e il sole nero, a cura di Marco Enrico Giacomelli è ospitata nelle gallerie MARCOROSSI artecontemporanea di Milano e Verona. Alla fine dell'anno esce in libreria, per Gallucci Editore, il suo libro Come il vento tra i salici: un flipbook formato da 71 tavole che animano l'ormai introvabile traduzione di Beppe Fenoglio di The Wind in the Willows di Kennth Graham.

Nel 2017 la galleria Al Blu di Prussia di Napoli ospita la sua personale Out of Your Own, a cura di Maria Savarese. In contemporanea viene presentata al Museo MADRE di napoli la videoanimazione Out of Your Own, con la colonna sonora di Joan As Police Woman.

Nel 2018 la sua opera monumentale Just Kids è scelta per il progetto Polis/Artworks, a cura di Angela Vettese, progetto con lo scopo di installare opere d'arte nel centro di Bologna in occasione di Artefiera. Le cinque grandi sculture in alluminio sono state esposte nel cortile di Palazzo D'Accursio in Piazza Maggiore. Nello stesso anno l'artista ha presentato il ciclo di opere Endless Love, all'Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, in occasione della Giornata Italiana del Design e ha ritirato il premio "ICC Creativity Award", riconoscimento all'eccellenza italiana nel mondo.

 

Alla fine del 2018 presenta la mostra La storia di Nina, curata da Arturo Galansino e allestita nella Chiesa di San Domenico ad Alba. Nell'esposizione vengono presenti in anteprima La giostra di Nina, una monumentale scultura-carosello, vera e funzionante dove i bimbi possono giocare diventando protagonisti inconsapevoli di una performance voluta dall'artista, e un breve assaggio del cortometraggio animato La storia di Nina, co-prodotto da Sky Arte, con musiche originali di Ludovico Einaudi.

In occasione della Festa del Cinema di Roma, a fine ottobre 2019, la scultura La giostra di Nina, sarà esposta al MAXXI e nella video gallery del museo sarà possibile vedere in anteprima il cortometraggio.

Valerio Berruti was born in Alba, Italy, in 1977. He now lives and works in Verduno, in a deconsecrated 17th century church he restored himself.

 

In 2005 he was selected for the International Studio and Curatorial Program in New York. Selected shows: in 2007 he participated in the group show Uniforms and Costumes at Herzliya Museum of Contemporary Art in Israel and the 48th October Salon in Belgrade, and was selected for one of Europe’s most prestigious residencies, the Dena Foundation for Contemporary Art in Paris.

 

He also inaugurated the exhibition Micro-narratives - 48th October Salon at Belgrade Contemporary Art Museum. International events in 2008 include the solo show Magnific at the Keumsan Gallery in Seoul and the group show Detour at Centre Pompidou in Paris.

 

In 2009 his installation E più non dimandare at Galleria Civica in Modena, and in the same year he was the youngest artist to exhibit at the Italian Pavilion in the 53rd Biennale di Venezia, showing his animated video La figlia di Isacco featuring a soundtrack by Paolo Conte.

 

In 2010 he exhibited Una Sola Moltitudine at Fondazione Stelline in Milan, and in 2011 his solo show Kizuna (featuring a video with music written for the occasion by Ryuichi Sakamoto) was at Pola Museum in Tokyo. In the same year he exhibited at the City Museum in Belgrade, and his installation La rivoluzione terrestre curated by Andrea Viliani, with music by Alessandro Mannarino, was exhibited in the Church of San Domenico in Alba. In 2012 he held a solo show called Udaka at the Nirox Foundation in Johannesburg. In 2013 the exhibition Almost Blue was shown at the Helutrans in Singapore.

 

In 2014 he produced the cover of Andrea Bajani’s last book, La vita non è in ordine alfabetico, published by Einaudi, and participated at the Biennale Italia-Cina of Contemporary Art in Beijing, and the group shows: The Intuitionistal, the Drawing Center in New York; Resilienze 2.0, Palazzo Saluzzo in Turin; the 15th Premio Cairo with the video-animation Fermati, O Sole!.

 

In 2015 his work Udaka was exhibited in the Holy Mystery exhibition organized in the Santo Volto Church in Turin during the exhibition of the Holy Shroud. In 2016 Berruti installed the monumental work Just Kids in Piazza Duomo in Verona and on the same occasion his solo show Paradise Lost. The Shadow, the Innocence and the Black Sun, was hosted in the galleries MARCOROSSI artecontemporanea in Milan and Verona. In 2017, Al Blu di Prussia gally in Naples hosted his solo show Out of Your Own and his video animation Out of Your Own, with the soundtrack of Joan As Police Woman, was presented at the Museo MADRE in Naples.

 

In 2018, the artist took his work, Endless Love, to the Italian Cultural Institute in Los Angeles to mark the Italian Design Day and he received the "IIC Creativity Award", a ricognition of Italian excelellence in the world. At the end of the year Berruti presented his latest project La storia di Nina, in the wonderful medieval church of San Domenico in Alba, Italy.

On the occasion of the Roma Film Festival, at the end of October 2019, the sculpture La giostra di Nina, will be exhibited at MAXXI and in the video gallery of the museum it will be possible to preview the film.

Video animazioni / Video-animations

1/1
Mostre personali recenti / Recent Solo Shows

21/09/2016

Nuova mostra personale di Valerio Berruti a Milano, a cura di Marco Enrico Giacomelli / Valerio Berruti's new solo show in Milan, curated by Marco Enrico Giacomelli

Milano, Corso Venezia 29

until 05/11/2016

VALERIO BERRUTI

ALMOST QUEEN

14/09/2011

Mostra personale di Valerio Berruti a Milano, a cura di Andrea Bruciati / Valerio Berruti's solo show in Milan, curated by Andrea Bruciati

Milano, Corso Venezia 29

until 29/10/2011

VALERIO BERRUTI

SACRE RAPPRESENTAZIONI

14/05/2002

Prima mostra personale di Valerio Berruti a Milano, a cura di Alessandro Riva / Valerio Berruti's first solo show in Milan, curated by Alessandro Riva

Milano, Corso Venezia 29

until 30/06/2002

Please reload

Copyright © 2018 MARCOROSSI artecontemporanea

general info +39 02 89408401