M
Testo

 

MARCOROSSI
artecontemporanea

 

Ivan Theimer Sette sculture selezionate

Pietrasanta, 10 Luglio – 31 Luglio 2021

Ivan Theimer

Sette sculture selezionate

21 agosto – 12 settembre 2021

Pietrasanta

Via Garibaldi 16,
55054 Pietrasanta, LU

INAUGURAZIONE
Sabato 21 agosto 2021
ore 19:30

Tutti i giorni

11:00 – 13:00 / 18:00 – 24:00

Per informazioni sulla mostra contattare:

+39 0584 71799

email

La Galleria di Pietrasanta ha il piacere di presentare nel mese di agosto una mostra personale dello scultore di fama internazionale Ivan Theimer, particolarmente caro alla città e alla Versilia tutta.

Theimer nasce nel 1944 a Olomouc, in Moravia, storica regione dell’attuale Repubblica Ceca, dal 1963 al 1965 frequenta l’accademia di belle arti di Uherské Hradiště, ma dopo l’occupazione sovietica della Cecoslovacchia, nel 1968, Theimer emigra a Parigi, dove studia all’École nationale supérieure des beaux-arts dal 1968 al 1971. Negli anni Settanta partecipa a numerose mostre in Francia distinguendosi nel vivace ambiente artistico della capitale tanto che dieci anni dopo il suo arrivo è invitato a partecipare alla Biennale di Venezia nel Padiglione francese, dove ritorna nel 1982 e nel 1995 per il centenario a Palazzo Grassi. Nel 1989, quando la Rivoluzione di velluto e l’elezione di un nuovo presidente portano al tanto auspicato cambiamento politico nel suo paese natale, Theimer riprende i contatti e partecipa con entusiasmo al clima di rinnovamento. A ricompensare il suo ritorno e la sua partecipazione alla vita artistica del paese è lo stesso Havel che decide di dedicargli una grande mostra antologica al Belvedere del Castello di Praga che inaugura egli stesso nel 1996. Nel frattempo, in tutta Europa si susseguono mostre personali e collettive. Molte città italiane dedicano all’artista esposizioni nei centri storici e nei propri musei. Negli ultimi anni, infine, crea scenografie e costumi per l’opera lirica, coniugando l’amore per la musica con i suoi numerosi talenti.

Ora Theimer vive fra Parigi e Pietrasanta.

Nelle sue opere si ispira al manierismo toscano, ma anche al simbolismo e ai classicismi delle età antiche, dalla civiltà egizia sino a quella greco-romana. Le sue opere monumentali, soprattutto obelischi, sono situate in numerose piazze d’Europa. La sua vita e il suo lavoro sono l’incontro di due aspetti: uno, di rappresentazione della realtà e uno, preponderante, di allegoria, metafora, mito, simbolo.

Sono sette le opere di Theimer che la Marcorossi artecontemporanea ha scelto per la sua mostra, sette capolavori in bronzo, che vanno dalla mitica Medusa a ritratti più intimi di fanciulli, dove si evince tutta la tecnica e la maestria del maestro.

Per maggiori informazioni sulla mostra