GIOSETTA FIORONI
1/1

Nata a Roma da una famiglia di artisti, Giosetta Fioroni è stata allieva di Toti Scialoja all’Accademia di Belle Arti.

 

La sua prima personale si tiene nel 1961, presso la storica Galleria La Tartaruga, evento che la fa entrare, unica figura femminile, nella Scuola di Piazza del Popolo, avanguardia che rappresenta il fulcro della Pop art romana e intorno a cui gravitano artisti quali Angeli, Schifano e Festa. Nel corso di vari soggiorni parigini la Fioroni respira e assimila il clima di rinnovamento e sperimentazione del periodo, esponendo i suoi lavori nelle più prestigiose gallerie e spazi espositivi italiani ed internazionali. Tra i tratti salienti della sua poetica emerge la feticizzazione di oggetti quotidiani e di simboli elementari: ogni cosa può divenire pretesto di creazione, purché venga trattata e visualizzata in modo nuovo, secondo accostamenti inediti e logiche di recupero simili a quelle del sogno o della Fiaba.

 

Realizza, negli anni, vari complessi monumentali tra i quali due portali per il cinema Nuovo Olimpia di Roma e la Madonna Multietnica visibile oggi nella chiesa Regina Mundi, sempre nella Capitale; pre- senta mostre presso le più storiche e prestigiose gallerie come Il Naviglio a Milano, Lucio Amelio a Napoli, De’Foscherari a Bologna, Dell’Oca a Roma e molte altre. Nel 1993 Achille Bonito Oliva la invi- ta alla Biennale di Venezia, dove torna nel 1995 per la mostra Percorsi del gusto. Un importante omaggio alla sua sempre dinamica attività artistica è la mostra antologica al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, nel 2007, con catalogo Allemandi intitolata Viaggio a Faenza. Nel 2009 un'imponente monografia curata da Germano Celant viene editata da Skira. Nel 2013 ha esposto la mostra L'Argento, curata da Claire Gillman al Drawing Center di New York e nel 2014 la GNAM di Roma le ha dedicato una grande mostra su L'Argento e le sue ceramiche. Nel 2016 Il MARCA di Reggio Calabria le ha dedicato la personale Giosetta Fioroni. Roma anni 60, e la Galleria Muciaccia la retrospettiva Attraverso l'Evento a cura di Fabrizio D'Amico e Piero Mascitti.

Da aprile 2018 è al museo del Novecento con l'esposizione Viaggio Sentimentale, curata da Flavio Arense e Elettra Bottazzi. 

Giosetta Fioroni was born in Rome, she studied with Toti Scialoja at the Accademia di Belle Arti.

 

She held her first solo show in 1961, at the historic Galleria La Tartaruga, an event which allowed her to become the only woman to join the Piazza del Popolo School, an avantgarde movement representing the fulcrum of Pop Art in Rome and a key focus for artists such as Angeli, Schifano and Festa. In the course of her many visits to Paris Fioroni breathed in the climate of renewal and experimentation of the day, exhibiting her works in the most prestigious galleries and exhibition spa- ces in Italy and abroad. Key features of her poetics include fetishistic treatment of ordinary objects and elementary symbols: anything can become a pretext for creation, provided it is treated and viewed in a new way, on the basis of unusual juxtapositions and forms of recovery similar to those of dreams or fables.

 

Over the years she has produced various monumental complexes, including two doors for the Nuovo Olimpia cinema in Rome and the Multiethnic Madonna now visible in the church of Regina Mundi, also in the capital; she has presented exhibitions at prestigious historic galleries such as Il Naviglio in Milan, Lucio Amelio in Naples, De’Foscherari in Bologna, Dell’Oca in Rome and many more. In 1993 Achille Bonito Oliva invited her to the Biennale in Venice, and she went back there in 1995 for the exhibition Percorsi del gusto. An important homage to her dynamic artistic activity is the recent anthological exhibition held at the International Ceramics Museum in Faenza, with a catalogue published by Allemandi under the title Viaggio a Faenza. In 2009 GermanoCelantcurated a major monographic exhibition of Fioroni's work, with a catalogue published by Skira. In 2013 the exhibition “L'Argento” (meaning “Silver”) was curated by Claire Gillman at the Drawing Centerin New York, while in 2014 GNAMin Rome held a major exhibition entitled “GiosettaFioroni.L’argento e le ceramiche di Faenza” (“GiosettaFioroni: Silver and the ceramics of Faenza”).In 2016 MARCA Museum of Reggio Calabria has dedicated personal Giosetta Fioroni. Roma years 60 and Gallery Muciaccia retrospective Attraverso l'evento, curated by Fabrizio D'Amico and Piero Mascitti.

Mostre personali recenti / Recent Solo Shows

19/09/2018

In mostra una selezione di opere su carta dagli anni 60 agli anni recenti / The exhibition features a selected group of works on paper of the 60s-70S with recent works 

Milano, Corso Venezia 29

until 13/10/2018

12/10/2015

Mostra personale dell'artista romana Giosetta Fioroni dedicata alle carte "argento" degli anni Sessanta / Giosetta Fioroni's solo exhibition focused on her works on paper of the 60s

Milano, Corso Venezia 29

until 28/11/2015

Please reload

News
GIOSETTA FIORONI
VIAGGIO SENTIMENTALE
Museo del Novecento
Via Marconi 1, Milano
fino al 26 agosto 2018

Copyright © 2018 MARCOROSSI artecontemporanea

general info +39 02 89408401